Verona a dicembre si veste di magia.

Come sono belle le città nel periodo delle feste natalizie e visitarle tutte sarebbe quasi impossibile, così bisogna fare una scelta tra le tante, va dove ti porta il cuore…

Sveglia tardi, domenica non si scherza ma si dorme e dopo una sana colazione con cereali, latte e pane tostato con marmellata sono partita alla volta di Verona, consapevole anche del fatto che ad aspettarmi c’era una tra le mie più care amiche.

Prima tappa, quasi d’obbligo al ristorante giapponese Mori, dove mangio sempre un ottimo sushi spendendo veramente poco. (You can eat a 10,90) è gradita la prenotazione.

Dopo un pranzo leggero ma consistente, mi sono avviata verso Castelvecchio dove in zona ho trovato un parcheggio non a pagamento, comodo e sicuro.

Catelvecchio, fatta erigere tra il 1354 ed il 1357, è una fortezza scaligera usata ai tempi per sorvegliare e proteggere la città, non dalle invasioni degli stranieri ma per salvaguardare eventuali sommosse interne alla famiglia Scaligera. Ora invece, dentro le sue alte mura si trova il museo Civico di Verona che ospita una vasta collezione di arte italiana, come oggetti di oreficeria, pinacoteca, sculture, libri, dipinti, armi ed armature.

La passeggiata sul ponte, interamente merlato che attraversa il fiume Adige è assolutamente suggestiva e romantica, scattare delle foto sia di giorno che al primo calare della sera per catturare lo stesso scenario con luci differenti, è particolare. Ai tempi veniva usato come via di fuga mentre ora appartiene ad uno dei monumenti più spettacolari che la città di Verona regala a tutti quelli che decidono di visitarla.

Ma siamo sotto l’effetto delle feste natalizie e non posso che farmi trasportare anche io in questa atmosfera magica, quindi decido di proseguire verso Piazza dei Signori dove anche quest’anno sono state allestite bancarelle e casette in legno che propongono prodotti tipici e artigianato come addobbi natalizi, belli da comprare per se stessi e originali come idea regalo per amici e parenti. (Orari di apertura: dalla Domenica al Giovedì: ore 10.00-21.30,
Venerdì, Sabato e Prefestivi: ore 10.00-23.00, 24 dicembre chiusura ore 17.00, 25 dicembre apertura ore 15.00).

Procedo per Piazza Erbe dove mi sono imbattuta nel lucente albero di Natale e nel presepe tutto questo condito con un pizzico di curiosità della gente, clima scaldato dal calore di tutti gli addobbi, i negozi luccicanti e non mi lascio sfuggire uno scatto curioso al negozio più piccolo d’Italia. In 3,78 mq vengono esposti e venduti gioielli particolari, come è particolare e bizzarro vedere un mini negozio.

img_0380
Il negozio più piccolo d’Italia

La passeggiata non si può che concludere in bellezza in Piazza Bra dove una maestosa Arena è preziosamente arricchita da una grandissima stella cadente che esce dall’anfiteatro per raggiungere la piazza fuori. E’ anni che vengo a Verona soprattutto in questo periodo, giusto per ammirare proprio questa enorme decorazione, come se tutte le volte ne senta il richiamo e non posso ignorarlo, come una bambina ne rimango sempre affascinata e per una volta mi fa proprio tornare ad essere piccola.

Verona, città dell’amore, in questo periodo dell’anno è ancora più meravigliosa, impreziosita ed addobbata per le feste e per la gioia di chiunque decida di farle visita. Non delude mai…

 

Advertisements

20 thoughts on “Verona a dicembre si veste di magia.

      1. Era un blog aperto anni fa, una specie di diario personale delle mie emozioni… Ora collaboro con Cocco on the road dove le mie emozioni le racconto nei viaggi e nelle scoperte. Insieme a Marika, la founder ed amministratice riusciamo a portare avanti questo blog per condividere con tutti la nostra passione. 😁

      2. Sei stata d’aiuto perché ci era sfuggito un piccolo problema sul blog ed ora risolto, perché effettivamente cliccando il nome di Katia usciva un altro blog. 😉

  1. Che magia, che incanto… Come ti dicevo su Twitter siamo stati la scorsa primavera, in occasione di un evento amatoriale che ho organizzato tra il mio blog ed un gruppo Facebook, e me ne sono innamorata alla follia.
    Ma così, con questa atmosfera natalizia??? E’ fuori di testa! Lo dico da amante del Natale, ma anche da appassionata di città d’arte italiane.
    Non mancherò di rivisitarla nella sua veste più scintillante!
    Claudia B.

Commenta