Bari on the road, il viaggio continua…

Il viaggio continua, il mio on the road per Bari e provincia. Dopo i primi consigli che vi ho dato (On the road parte 1) mi piacerebbe raccontarvi che qui è molto diffuso l’uso di andare ad acquistare i prodotti della propria terra presso i mercati che si possono trovare in zona. Io sono stata a quello coperto di Santa Scolastica in Via Giulio Petroni, di fronte al carcere. Ho trovato frutta, verdura e mi sono anche concessa una bella busta di taralli baresi (stuzzichini salati).

Mercato

Se cercate una spiaggia di sabbia, proprio qui nel centro di Bari, troverete il lido di Pane e Pomodoro. Raggiungibile sia con i mezzi pubblici, sia in auto ed il parcheggio costa solo 1 euro qualsiasi sia il vostro tempo di permanenza.

Spiaggia di Pane e Pomodoro.jpg

Giochi per i bambini, servizi pubblici, docce, bar e servizio gratuito di custodia oggetti personali. La spiaggia è libera e non attrezzata al noleggio di lettini ed ombrelloni, ognuno si porta ciò che desidera da casa.

Mare di Pane e Pomodoro.jpg

Il mare è abbastanza pulito, anzi direi cristallino, pur trovandosi vicino al porto. L’acqua è bassa, ideale per i bambini, protetto dalla scogliera di fronte alla riva raggiungibile a piedi. Vi suggerisco di comprare della focaccia calda dal panificio per gustarla in riva al mare: ha tutto un altro sapore, credetemi.

La focaccia

Se desiderate fare shopping il centro di Bari è ricco di negozi di ogni tipo, dalle migliori marche ai negozi con prodotti a prezzi veramente buoni. Corso Cavour è la via che più mi piace visitare per i miei acquisti con uno sguardo verso il Teatro Petruzzelli, che sempre di più mi ricorda che da ogni tragedia può esserci una rinascita.

A pochi chilometri da Bari è bello visitare il paese di Torre a Mare (con il bus il numero 12 e 12/), soprattutto di sera che si anima di baresi e turisti che si ritrovano in piazza per mangiare o bere qualcosa. La passeggiata lungo la muraglia del porto con la luce della luna che si riflette nel mare è qualcosa di davvero straordinario. Di giorno sono molto frequentate e gettonate le spiagge pubbliche le Due Colonne e Bunker, raggiungibili sia in auto che con i mezzi pubblici. Qui da bambina ho passato delle serate intere a giocare a nascondino, evitando la zona delle “sabbie mobili”, leggenda che mi fu raccontata dai bambini più grandi per spaventarmi ma che oggi mi fa sorridere ripensando ai momenti spensierati e felici vissuti qui.

Cala un meraviglioso tramonto su questa città che sembra non dormire mai. La gente si ritrova fino a tarda ora, nei giardini, nei locali o semplicemente per gustare una birra Peroni sul lungo mare. I baresi sono solari e caldi come la loro terra, affiatati e pieni di vita proprio come il loro mare. Il viaggio continua e non mi resta che scoprire cose e posti nuovi.

Torre Quetta Beach.jpg

Continua…


GUARDA IL NOSTRO VIDEO:

 


 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Bari on the road, parte 1

 

 

 

Bari on the road, parte 3

4 thoughts on “Bari on the road, il viaggio continua…

Commenta