Tradizioni, carnevale, storia ed una sfarzosa bellezza: Venezia.

Anche quest’anno come da tradizione che si sussegue da generazione a generazione, il carnevale di Venezia è uno degli eventi più famosi al mondo. Molti i turisti che provengono da ogni dove approdano a Venezia per partecipare o solamente per ammirare le maschere ed i travestimenti, essendo così catapultati in una storia passata che però ha lasciato il segno.

1454885723896
Questa festa è nata nel 1094 ma divenne pubblica solo nel 1296 ed ad oggi continua a stupire e divertire con maschere rappresentanti costumi d’epoca, regali ed impreziositi con stoffe pregiate e parrucche cotonate.

Le celebrazioni si svolgono particolarmente in Piazza San Marco, a mio dire una delle più belle e caratteristiche d’Italia, dove ogni settimana si anima di eventi che delineano questa ricorrenza come una delle più rappresentative al mondo.

Nella cultura veneziana, con il termine maschera, si indica il camuffamento con barba e baffi finti ed è il soprannome che veniva dato alle donne che si travestivano da uomini ed agli uomini che si travestivano da donne. Ben presto la maschera divenne simbolo della libertà e della trasgressione a tutte le regole sociali imposte dalla Repubblica Serenissima a Venezia.

Tutta la città si colora in festa grazie agli abiti variopinti ed alle maschere che rappresentano i personaggi come Pierrot, Pulcinella, Pantalone, Brighella ed Arlecchino… Tutti i suoi Calli, Campi e Campielli si affollano ed in quelli più stretti si fatica a camminare per via degli ampi vestiti delle dame che occupano lo spazio in modo vistoso.

Andare a Venezia è sempre una meraviglia, rimani colpito da un luogo dove non si sentono rumori di auto e traffico, dove puoi capitare in piccoli Campi abbandonandoti al silenzio di qualche suono di vita quotidiana ed allo spostamento dolce dell’acqua del canale al passar di una gondola.

img_6766

Sorprendentemente bello ed affascinante, in ogni angolo, con scenari romantici. Poi, quando si arriva in Piazza San Marco, si rimane esterrefatti dalla maestosità e cura che hanno avuto nel costruire l’unica piazza di questa città che sfoggia tutta la sua sfrontata bellezza.

img_6459

La Basilica di San Marco, il Palazzo Ducale ed il Campanile fanno da padroni al salotto d’Europa, così citata sin dai tempi di Napoleone, che ne rimase affascinato dalla miriade di persone che venivano qui per ammirarla o per ritrovarsi in feste a palazzo.

Il consiglio è quello di arrivare a Venezia e partire a piedi dalla stazione Santa Lucia per ammirare e non perdersi i dettagli che si trovano nei piccoli Campi e Campielli. La strada per raggiungere Piazza San Marco è davvero lunga ma la camminata ne vale la pena. Si possono scorgere momenti di vita quotidiana che si fondono con in palazzi, opere e chiese storiche.

Al ritorno, al calar del sole, si può prendere il vaporetto che percorre il Canal Grande e lì preparate la macchina fotografica per immortalare la città che si accende per la notte scorgendo all’interno di palazzi nobili lampadari luccicanti e stanze da favola.

Comunque la vediate, Venezia rimane sempre una sorpresa che ogni volta lascia a bocca aperta e non delude mai… romantico splendore!

 

 


4 thoughts on “Tradizioni, carnevale, storia ed una sfarzosa bellezza: Venezia.

Commenta