Reportage from Shenzhen, tutto on the road.

Precedentemente vi abbiamo già raccontato di Shenzhen, da come sia passata da città di pescatori e villaggi a grande metropoli in continua crescita. Spesso ci capita di visitarla per motivi di lavoro e da qualche settimana il papà di Cocco è li e ci regala delle bellissime storie e fotografie di un popolo, i cinesi, che nonostante siano noti per la tecnologia e il copiare qualsiasi cosa, conservano una notevole cultura e rispetto alle loro tradizioni.

Cocco’s Dad quindi ci fa assaporare on the road un pezzettino di quella cultura, ci fa conoscere un popolo, usi e costumi molto differenti dai nostri e tocca con mano tutto ciò che lo incuriosisce.

S1

IMG_5907

Iniziamo dal clima che in questo periodo non è dei migliori: umido, caldo e accompagnato da piogge improvvise e monsoni. Nella foto sopra notiamo il cielo che lo ha accolto il primo giorno che è arrivato, in poco si è abbattuta una vera tempesta con piogge torrenziali. Ma il giorno dopo tutto è passato, lasciando spazio ad un cielo azzurro con giochi di luci colorati tra un grattacielo e l’altro.

IMG_5887

La cucina. Il nostro inviato speciale adora assaggiare piatti e pietanze delle varie cucine. Quando va in Cina il piatto che gli piace di più è il riso saltato con le verdure o il Sichuan food, molto piccante, ma la cucina coreana è quella che più lo attrae. Però è anche bello portare un po’ di cultura mediterranea e cucinare a casa di amici cinesi un bel piatto di pasta all’amatriciana. Ancora più bello raccontarlo se vi diciamo che usava le bacchette per prendere i fusilli, uno ad uno.

Se invece il tempo manca e si desidera andare in un fast food, KFC è quello che lui preferisce. Sarà anche per i regalini di Doraemon che ci sono nei menu dei bambini che ha colto la sua attenzione, per portarli poi a casa alle sue bambine innamorate del Gatto spaziale.

Purtroppo è anche facile imbattersi in un’anziana e povera donna che vive per strada e che mostra con tanto orgoglio le sue cianfrusaglie. Simpatica anche se parlare con lei è stato praticamente impossibile, in quanto la maggior parte dei cinesi, soprattutto quelli di una certa età e che non hanno avuto possibilità di studiare non conoscono l’inglese. In effetti questo è uno dei problemi che il nostro inviato affronta tutti i giorni con parecchie persone che incontra.

IMG_5731

Ultima curiosità, ma non per importanza, è la sicurezza che qua a Shenzhen è molto alta. Camminare per strada non ci si sente mai ne da soli e ne in pericolo. In metropolitana oltretutto i controlli sono molto presenti in quanto prima di entrare nella stazione ci sono poliziotti e postazioni con metal detector e raggi dove zaini, borse e valigie vengono controllate a tutti i passeggeri. Prima che il treno arrivi la gente si posizione in code perfette davanti alle porte chiuse, senza spintoni e furbetti, tutti rispettano la fila.

Il reportage continua, alla prossima, con curiosità e scoperte attraverso un viaggio on the road che ci viene raccontato direttamente da colui che vive giorno per giorno a stretto contatto con la gente del posto.


One thought on “Reportage from Shenzhen, tutto on the road.

Commenta