Monte Isola, dopo il Floating Piers.

Monte Isola (Montìsola comunemente chiamata dai bresciani) è un’isola sita sul Lago di Iseo.

Monte Isola fa parte della provincia di Brescia e detiene il primato di isola lacustre più grande d’Italia e dell’Europa meridionale e centrale.

Montisola vista da Sulzano-Cocco on the road.jpg

Monte Isola ed il Floating Piers.

Monte Isola è diventata famosa grazie all’opera architettonica di Christo, che nel giugno 2016 decise di installare un ponte galleggiante (floating piers) che collegasse Sulzano a Monte Isola, fino ad arrivare alla piccola isola di San Paolo.

La passerella galleggiante è stata percorsa da milioni di turisti accorsi a visitare questa costruzione lunga 4 km e mezzo, condividendo questa esperienza sui social, con gli amici o semplicemente creando album fotografici.

La sensazione di poter camminare sull’acqua ha suscitato parecchi feedback positivi, aumentando la notorietà di quest’isola nel mezzo del lago, che prima pochi conoscevano veramente.

Foto floating piers Montisola-Cocco on the road.png

Sono andata a Monte Isola, a distanza di 1 anno da quell’evento, per vedere con i miei occhi cosa restava di tutto ciò. Sia prima della partenza al porto di Sulzano, sia quando si arriva sull’isola ci sono esposte delle foto ricordo, le vincitrici che rimarranno lì a testimonianza del fatto accaduto. Per la strada che costeggia il lungo lago sono state apposte, a grandi caratteri e con #thefloatingpiers delle strutture dove poter ancora fare delle belle foto ricordo.

#thefloatingpiers-Cocco on the road.jpg

Qua e là grandi reti da pesca color arancio e tanti souvenir per non dimenticare. Sta di fatto che Monte Isola grazie a questo evento ha raggiunto una popolarità e visibilità che mai ha avuto. Prima di allora pochi la conoscevano ed il turismo era scarso. Solo d’estate si animava di qualche straniero che veniva dall’Olanda o dalla Germania, perché loro adorano molto il Lago di Iseo.

Reti da pesca Monte Isola-Cocco on the road.jpg

Ma vediamo cosa si può fare o vedere qui a Monte Isola:

  • una bella passeggiata su tutto il litorale del lago, con una sosta in qualche bar o ristorante che propongono specialità del luogo. Qui è molto caratteristico mangiare le sardine (persici e agoni), essiccati al sole su archi di legno.

Sardine essicate al sole Montisola-Cocco on the road.jpg

  • Visitare il Santuario Madonna della Ceriola che si trova in cima al monte dal quale si gode di un ampio panorama sul lago di Iseo e sulle montagne che lo circondano. Per raggiungerlo bisogna percorrere una stradina di ciottoli (antica mulattiera) partendo da Peschiera Maraglio fino a raggiungere la frazione di Cure, altrimenti percorrendo un sentiero (percorso più lungo) che inizia vicino al porto d’imbarco di  Peschiera Maraglio. Il consiglio è di arrivare con il traghetto fino a Peschiera Maraglio, prendere il bus navetta per raggiungere il paesino di Cure dal quale, in 30 minuti, potrete raggiungere il Santuario.

 

  • Scoprire il Borgo Medioevale di Novale, posizionato sopra Carzano, formato da abitazioni costruite con muri di conci squadrati di medolo e balconi in legno, con tetti spioventi dove spesso si possono trovare dei pesci appesi per l’essiccazione.
  • Isola di San Paolo, piccola e misteriosa, nel bel mezzo del lago di Iseo, vicino alle sponde di Montisola. Ora la si può circumnavigare in quanto è proprietà privata della Famiglia Beretta (produttori bresciani di armi), mentre un tempo era un monastero della congregazione cluniacense.

Isola di San Paolo Monte Isola vista dal lungolago-Cocco on the road.png

Non male come scoperta quella di Montisola. Per raggiungerla dovete arrivare fino al comune di Sulzano, parcheggiare l’auto negli appositi parcheggi segnalati. Io ho parcheggiato in quello vicino al porto, dove ci sono negozi e banche, pagando 1,50€ all’ora (non poco purtroppo). Il traghetto (Navigazione Lago d’Iseo) invece l’ho pagato per andata e ritorno, 2 adulti e 2 bambini 16€. Potete consultare orari e prezzi direttamente dal loro sito.

Biglietti traghetto per Monte Isola-Cocco on the road.jpg

Qui di seguito vi allego la mappa di Monte Isola per capire bene dove prendere il traghetto e come muoversi al suo interno. C’è la possibilità di affittare biciclette o tandem per unire divertimento, sport e benessere a questa visita.

Mappa Montisola.png

Ovviamente non dimenticate di portare con voi macchina fotografica o cellulare per scattare delle foto indimenticabili.

GUARDA IL NOSTRO VIDEO:

 

 


 


4 thoughts on “Monte Isola, dopo il Floating Piers.

  1. Devo ammettere che faccio parte di quelle persone che prima dei Floating Piers non sapeva nemmeno dove si trovasse Monte Isola 😅 (dici che è meglio che mi rimetta a studiare geografia…?)
    Anche se abitiamo in una zona di mare adoro i laghi quindi terrò sicuramente in considerazione il tuo post quando mi deciderò a visitare la zona !
    Erica

    1. Molti non la conoscevano prima e ahimè non è una questione di sapere o meno la geografia ma perché era o poco turistica. Se vai a fare un giro dalle parti di Iseo allora ti consiglio di fare un salto 😉

  2. Ciao! Sono stata a Monte Isola un anno fa, in occasione di Floating Piers, e mi è piaciuto molto! Paesino grazioso sul lago, un’isoletta ricca di quiete in cui è piacevole passeggiare. Il lago d’Iseo è stata una piacevole scoperta 🙂

    1. Si, tutta la zona del Lago d’Iseo è molto caratteristica, come le Torbiere che pochi conoscono. Monte Isola è diventata famosa grazie al ponte galleggiante di Christo ma bastava promuoverla un pochino di più anche prima, perché con o senza ponte merita di essere visitata.

Lascia il tuo commento