Intervista a: Yasin Khan, un thè (chai) nel deserto.

L’intervista che vi proponiamo sarà alquanto singolare e molto interessante. Tutto parte dalla richiesta di amicizia di Yasin, i soliti scambi di saluto su messenger e la mia solita curiosità nel sapere dove vive. Mi ha quindi mandato alcune fotografie ed è stato in quel preciso momento che gli ho chiesto “ti posso intervistare?”. Ti va di raccontarmi chi sei e da dove vieni?

 

Le sue foto e la sua storia mi hanno colpito molto, mi ha intenerito il fatto che si scusasse con me per il suo inglese, quando sono io che mi devo scusare per il mio inglese perché dove lui è cresciuto e tuttora vive non ci sono scuole e il suo inglese lo ha appreso dai turisti.

Come ti chiami e dove vivi

Il mio nome Yasin Khan e vivo in Jodhpur.

1456520481310

Descrivimi la tua città e cosa offre

Jodhpur è la seconda più grande città nello stato indiano del Rajasthan molto conosciuta come destinazione turistica, con molti palazzi, fortezze e templi contornati dal bellissimo deserto del Thar. Circondata da alte mura che si estendono per 10 Km è conosciuta anche col nome “Blue City” per via dei vivaci colori blu dei tetti delle case intorno al Forte Mehrangarh.

 

 

 

 

Quando si viene qui si possono visitare i maestosi palazzi con le loro decorazioni scolpiti nell’arenaria rossa, mausolei, i templi e il deserto che affascina grazie ai suoi cambiamenti continui e i suoi colori dorati.

1456521957622

Il forte Mehrangarh sorge sopra una collina alta 150 mt e fu edificato da Rao Jodha nel 1459 ma in seguito molti altri regnanti di Jodhpur aggiunsero delle altre parti. Al suo interno si trova un museo comprendente una serie di portantine, la più famosa quella di Mahadol. Stanze decorate come la Pool Mahal (stanza delle danze) e la Jhansi Mahal con una fantastica collezione di culle reali decorate con specchi, figure di uccelli, elefanti e fate.

Che lavoro svolgi

Lavoro in un negozio di vestiti e tessuti, dove tanti turisti vengono a farmi visita. Organizzo anche gite nel deserto con il cammello e le visite al Tempio.

 

 

Il tuo paese è un luogo sicuro da visitare

Assolutamente si, qui tutti i turisti vengono e si sentono sicuri ed io sono lieto di aiutarli e portarli a visitare i luoghi magici di questo meraviglioso posto in cui vivo. Le nostre tradizioni, i lavori artigianali dei tessuti, tutto può essere visitato.

1456520638603

Se chiudi gli occhi il colore che vedi impresso è

I colori vivaci delle stoffe e dei tessuti e l’oro della sabbia nel deserto.

 

 

 

 

 

 

Questa breve ma intensa intervista, le fotografie allegate che Yasin ha condiviso con tutti noi sono un bellissimo regalo per i nostri occhi e per la scoperta di un luogo incantato e vivace come la sua città. Ogni giorno mi rendo conto di quanti posti magnifici dovrei ancora visitare e l’India resta uno dei miei sogni.

 

Questo posto così lontano geograficamente e culturalmente cosi’ ricco di storia e tradizioni tramandate da generazioni, come le loro feste o i vestiti che indossano le donne, sono semplicemente magnifici. Se pensiamo che tutto questo viene da un popolo dignitosamente povero ma con una semplicità interiore che trasmettono con i loro sorrisi e la gentilezza. Umiltà ed educazione, questo è quello che mi ha trasmesso Yasmin, un delicato modo di comunicare e tanta ospitalità.

 

 

 

Grazie ancora di tutto e se mai un giorno dovessimo passare da quelle parti sicuramente verremo a trovarti e stavolta per scambiare le nostre esperienze e racconti dal vivo, magari sorseggiando una buona tazza di chai nel tuo deserto. Buon viaggio a tutti!

 


Commenta