Füssen, alla scoperta della Baviera.

flag UK

Qualche giorno fa avevamo lanciato sulla nostra pagine Facebook il post “We Need You” perché, essendo curiosi come scimmie, volevamo ricevere e condividere da tutti voi uno o più viaggi che vi hanno lasciato un segno. Ed eccoci arrivata l’email dalla nostra amica Mara di Novara, la quale ci ha regalato la sua esperienza in luogo magnifico, così bello che anche noi ce ne siamo innamorati.

Tutti gli anni, durante la settimana di Ferragosto, lei e la sua famiglia (marito e figlia), si recano a Füssen in Germania, per rilassarsi e godere di un luogo magico e incantato, tra le sue distese di prati verdi, le montagne e la cittadina con le sue case tipiche bavaresi, ed i sui laghi color smeraldo. Pensate che sulle rive del Lago Hopfensee ogni tanto si può anche assistere ad un concerto di musica tradizionale dei suonatori di corno alpino.

 

Nella cittadina, lontana dai rumori del traffico e attraversata da un’atmosfera unica, Mara ci racconta di tanti negozi tipici, tra cui quelli che vendono souvenir, di passeggiate in pittoreschi vicoli dove si ha l’impressione che il tempo si sia fermato alle tradizioni ed usanze bavaresi e una sosta per rinfrescarsi sorseggiando un boccale della birra locale nelle Biergärten (birrerie all’aperto).

Fussen16

Appena fuori la cittadina di Füssen, immerso nel verde si può visitare il Castello di Neuschwanstein ultima residenza del re bavarese Ludovico II. Sembra uscito da una delle fiabe che tanto ci hanno deliziato da bambini, costruito tra il 1869 e il 1886, sotto la richiesta di Ludovico II per rifugiarsi in un luogo tranquillo e lontano da tutto e da tutti. Dopo la sua morte nel 1886 esso fu aperto al pubblico desideroso di visitare questo incanto. Per la sua bellezza ha ispirato la Walt Disney nella realizzazione dei castelli di Biancaneve e i sette nani, Cenerentola, La bella addormentata nel bosco e Rapunzel. Come non poter rimanere affascinati da tale maestosità e bellezza, situato su una collina dove la presenza del lago incornicia il tutto in una splendida veduta. Si può raggiungere a piedi, con un bel percorso naturalistico, altrimenti entrare nell’atmosfera di re, principi e principesse e farsi accompagnare da una carrozza.

Fussen9

Fussen4

Fussen10

Accanto al Castello Neuschwanstein sorge quello di Hohenschwangau, che dapprincipio nacque come fortezza medievale, ma nel 1829 il padre di Ludovico II, re Massimiliano II, lo rilevò quasi in decadenza e ne fece la residenza estiva della famiglia. Restaurato e trasformato in un palazzo che affaccia sul lago Alpsee anche quest’ultimo lascia sbalorditi ed esterrefatti per le sue decorazioni e il suo stile unico.

Fussen28

Per dare quel tocco di brio alla vacanza, già comunque accompagnata da uno scenario incantato, si può prendere la funivia per raggiungere il paese di Tegelberg e dopo uno sguardo all’immensa veduta si può anche fare una piacevole scivolata sulla pista di bob estivo dove il divertimento di grandi e bambini è assicurato.

 

La bicicletta la si può usare ovunque, grazie alle piste ciclabili che circondano i laghi, oppure percorrere la “Romantiche Straße“, la strada romantica, che va da Würzburg a Füssen, dove sarà un susseguirsi di scenari differenti, tra foreste, fiumi, prati infiniti e maestose montagne tutto in 440 chilometri di perfetta armonia e simbiosi con il paesaggio.

 

Molti altri gli sport da praticare tra cui alpinismo, parapendio, sport acquatici nei tanti laghi ed escursioni alla scoperta della storia e di quella cultura bavarese che affascina tutte le età, tanto che Mara consiglia questo posto come vacanza ideale per le famiglie soprattutto con bambini, perché a suo parere non esiste luogo più affascinante e rilassante di questo. L’equitazione è una di quelle cose che la sua bambina ha imparato qui a conoscere, tanto che se ne è innamorata a tal punto che al ritorno a casa ha voluto praticare questo sport, grazie appunto alle loro vacanze trascorse qui, dove si riesce a stare a stretto contatto anche con gli animali come cavalli, mucche, conigli e caprette.

Ci viene da chiedere a Mara “Se chiudi gli occhi quale è il colore che vedi pensando a Füssen?”. La sua risposta ovviamente è stata il verde, perché è ovunque, come ovunque si respira quell’odore di erba appena tagliata, aria pulita e fresca ed un sapore buono dei loro prodotti come frutta e verdura appena colti. Un tripudio tra colori e fascino che questo angolo della Baviera regala a tutti ciò che la visitano.

Fussen7

Ultimo consiglio dove alloggiare. Ci sono svariati Hotel e alloggi che vanno da prezzi medio alti a quelli più economici. L’Hotel Sonne, l’Hotel Hirsch e Hotel Sommer (quest’ultimo con la SPA) sono tra quelli a più stelle e più cari ma con un trattamento ottimo. L’Hotel Fantasia, molto bello, caratteristico ed anche economico, altrimenti si può optare per l’affitto di appartamenti (lei consiglia Allgäu Moni) dalle tradizionali costruzioni in legno ed i balconi contornati da fori colorati.

E voi ci siete mai stati? Se anche voi avete delle storie di viaggio da raccontarci saremo lieti di pubblicarle e condividerle, perché il vostro parere, punti di vista e consigli possono essere utili a noi e tutti i viaggiatori.

Grazie a Mara e alla sua famiglia per questo viaggio magnifico perché in qualche modo anche noi abbiamo viaggiato insieme a loro.

 

 

 

 


2 thoughts on “Füssen, alla scoperta della Baviera.

  1. ciao marika l ho adorato fussen in stile paese delle fiabe ….l ho visitato diversi anni fa e ne conservo un bel ricordo grazie per le foto che hai postato…una meraviglia
    buon mercoledi
    daniela

Lascia il tuo commento