Privacy Policy

Festa del papà. I ricordi più belli.

by

Ci siamo manca poco al 19 marzo…

E come ogni anno ci tengo a ricordare ed elogiare il mio babbo con la festa del papà. Il 19 marzo, come da calendario, è la festa di San Giuseppe, colui che per la religione cristiana era un tassello importante per coronare la Sacra Famiglia. In tutto il mondo viene festeggiato il papà anche se in date diverse. Ad esempio, in America e Inghilterra, il Father’s Day cade la terza settimana di giugno.
Quando vivevo a Malta, seguivamo entrambe le ricorrenze, quindi le mie bambine festeggiavano due volte il loro papà e mio marito aveva la fortuna di ricevere doppi regali. Si, perché a Malta la festa del papà cade a giugno.

Il mio papà. Un pensiero per lui.

Il pensiero di questi giorni è cosa regalare al mio papà? Tutte le volte penso a lui, alle sue caratteristiche, gusti e desideri. Già di per sé trovo difficile fare dei regali agli uomini, se poi si tratta dell’uomo più importante della mia vita. Ogni anno mi ritrovo a svogliare l’album dei ricordi, delle fotografie scattate ancora quando esisteva la pellicola.
Molte sono sbiadite dal tempo, ma sono quelle che più mi piacciono perché mi danno quel senso di vissuto, degli anni che sono passati. Quanti ricordi…

Festa del papà - Cocco on the road

I ricordi della mia infanzia.

Premesso che il mio papà non è un uomo facile, cioè fa parte della generazione di persone tutta d’un pezzo, quello che non deve chiedere mai. Insomma se proprio devo dirla tutta non è il classico papà che ti segue in ogni cosa, premuroso o che mi ha riempito di mille baci e carezze.
Il mio papà è speciale proprio per questo. Le sue attenzioni erano nascoste, pochi baci e carezze, ma se gli dicevo che avevo un problema si attivava subito in un secondo. Una volta, durante la mia adolescenza mi è capitato di essere bullizzata per strada da alcuni ragazzi del quartiere.
Sono tornata a casa in lacrime e non ho fatto in tempo a varcare la soglia, spiegando ai miei genitori cosa mi era accaduto, che mio padre era già in strada alla ricerca del branco. Posso dirvi che alla fine i ragazzacci si sono messi a piangere, chiedendomi scusa e da allora più nessuno mi ha infastidito.

Festa del papà - Cocco on the road

 

Capite? Mio padre è il mio eroe. Lui se ne stava lì in disparte, sembrava quasi che non ascoltasse le mie storie o ciò che combinavo durante la mia giornata, ma invece zitto zitto quatto quatto era sempre pronto ad agire. Uomo di poche parole ma tanti fatti. Da bambina non capivo ma ora che sono grande e genitore pure io, capisco molte più cose e se mio papà non mi ha riempito di baci so che mi ha riempito di attenzioni.

Il giorno più bello.

Mio papà non l’ho mai visto piangere, lui così forte, alto e muscoloso… Eppure, quando è arrivato il giorno più bello, il mio matrimonio, durante i saluti finali, prima di uscire per sempre da quella casa, dalla sua casa, lui mi ha abbracciato forte, ha stretto i pugni e i suoi occhi, non li dimenticherò mai. Gli occhi del mio papà erano lucidi, il volto tirato, stava piangendo per me.

Festa del papà.

E poi arriva la festa del papà e tutte le volte io gli chiedo di andare in giro a cercare le famose Zeppole di San Giuseppe, ma essendo un tipico dolce del sud Italia si fa sempre fatica a trovarle qui a Brescia. Ma il mio eroe si attiva e gironzolando per tutto il centro alla fine torna a casa con un bel vassoio di Zeppole.
La festa del papà ci ritroviamo io e le mie sorelle tutte a casa dei nostri genitori, si scherza e si ride, davanti alla tavola imbandita, a parlare di questo e di quello, insomma della quotidianità.

I viaggi fatti insieme al papà.

Di viaggi insieme al mio papà ne ho fatti tanti, dalla Tunisia, passando per Dubai fino ad arrivare a Palma di Maiorca. Tante altre le mete che abbiamo toccato e scoperto insieme sia all’estero che in Italia, ma il viaggio più importante è quello che ho iniziato con lui anni fa e che mi auguro duri il più a lungo possibile: il viaggio della vita.

Regalo per la festa del papà.

Quest’anno voglio che sia speciale. Come regalo per il mio papà desidero fargli leggere ciò che ho appena scritto. Come avrete capito anche io alla fine non ho espresso tutto l’amore che provo per lui, come si fa a dire ti voglio bene ad un papà che si presenta forte e duro.
Ora ho capito che è solo apparenza e gli dico: “Papà ti voglio bene, sei stato importante e fondamentale per me e se sono ciò che sono oggi, è grazie anche ai tuoi insegnamenti ed educazione”. Non importa se non mi hai detto che sono la tua figlia adorata. Poco importa se non mi hai sussurrato parole dolci. Non importa che non mi hai accarezzato il viso quando sono caduta e nemmeno se non mi hai detto che sono la tua vita. Non importa perché ho capito che ogni tuo gesto ha racchiuso tutte queste cose insieme.

Se non sapete come festeggiare quest’anno, andate a leggere la guida per la festa del papà di Fotoregali.com. Ci sono tante belle idee per unire i ricordi. Inoltre spero che un giorno tutto questo sia trasmesso alle mie bambine, che possano anche loro capire che il loro papà è speciale quanto il mio.

Auguri a tutti i papà del mondo.

Perché siete la colonna portante di ogni famiglia e tutti quelli che oggi possono festeggiare un papà si devono sentire fortunati quanto me. Non dimenticate e non date mai per scontato nulla. Le parole sono importanti quanto i fatti, ma bisogna metterle in evidenza se si vuole elogiare una persona importante. Non servono parole inutili, ma gesti concreti che trasmettano l’amore quello vero, come l’amore tra un padre e la figlia.


 

6 Responses
  • Simone
    febbraio 28, 2018

    Hai descritto un modello di papà che non si discosta molto dal mio, che purtroppo non c’è più. Non ci ho mai
    giocato, non mi ha mai dato consigli … eppure sono qua, non so con quali risultati. Oggi i papà sono molto premurosi, spesso presenti, eppure i figli crescono con mille problemi e mille complessi.
    E comunque … Cocco in abito da sposa non è affatto male!!! 🙂

    • Marika
      febbraio 28, 2018

      Vero! Mio padre mi ha sempre osservato da lontano e sono cresciuta forte e determinata! Ero proprio bella quel giorno, mio marito ha scelto bene 🤣😉

  • panannablogdiviaggi
    febbraio 28, 2018

    Che emozione leggere i tuoi ricordi!! Mio papà è diventato il mio eroe quando alle superiori ha rimesso al suo posto il prof di storia che mi aveva preso un po’ di mira!!

    • Marika
      febbraio 28, 2018

      Questi papà! Guai a toccare i loro figli, come giusto che sia. Proteggono la loro famiglia ed ogni giorni ci penso a quanta responsabilità hanno sulle loro spalle.

  • L'OrsaNelCarro Travel Blog
    febbraio 28, 2018

    Marika è un bellissimo post emozionale ed emozionante questo! Non ti dico altro perché sono un’Orsaccia avara di sentimenti ma sappi che mio padre aveva i baffi d’ordinanza come quelli del tuo 😉
    Un abbraccio!

    • Marika
      febbraio 28, 2018

      Il baffo che piace 😉

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: