Fujairah, sorgente nel deserto.

Dove si trova la fonte nel deserto?

Fujairah (in arabo: لفجيرة‎, al-Fujayra) è uno dei sette Emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti che si affaccia sul golfo dell’Oman e quindi sull’Oceano Indiano.

Città più tranquilla di Dubai ma comunque affascinante e circondata da catene montuose di colore scuro che danno al paesaggio una caratteristica diversa dal deserto di sabbia. Fujairah non è consueta come meta turistica rispetto alle città degli altri Emirati ma comunque ci sono luoghi interessanti da esplorare.

Cosa offre Fujairah immersa nel deserto “nero”.

Al Bidya Mosque.

È la più antica moschea presente negli UAE, costruita nel 1446 con fango e mattoni, molto piccola e purtroppo accessibile solo per i fedeli musulmani. Due torri portoghesi erette nel 1498 la proteggevano insieme al villaggio circostante da eventuali attacchi. Tutto intorno un bellissimo panorama di palmeti che valorizzano il paesaggio montuoso.

Il Fortino di Al Hayl Castle. 

Costruito dalla famiglia reale più di 250 anni fa ed utilizzato per difendere l’area circostante, sormonta la moschea sottostante ed è composto da un edificio principale recintato da mura ed una piccola dimora fortificata separata su una piccola collina. Scale rudimentali portano sul tetto dell’edificio principale mostrando un magnifico panorama delle colline circostanti. Raggiungibile dalla città di  Fujairah con mezzora di strada in auto.

Fujairah Museum.

Potrete trovare reperti archeologici della zona e conoscere usi e costumi del passato di questo popolo. Sale allestite come stanze di abitazioni, decorate secondo le tradizioni arabe, con un buon numero di oggetti che aiutano a comprendere meglio il loro modo di vivere non solo passato ma anche attuale.

Fujairah Historic Fort.

Altro fortino risalente al XVI secolo. Costruito con l’argilla, imponente e rialzato per diminuire i pericoli di invasori dei tempi passati, all’interno ora è vuoto, ma nonostante ciò bello da visitare, in tutta la sua grandezza.

Le catene montuose a Fujairah: Hajar.

Le catene montuose del’Hajar formatesi naturalmente e con una bellezza sia nei colori che nelle forme, attraggono non solo turisti ma geologi da tutto il mondo. È la prima area protetta del paese. Rangers autorizzati sia come guide che a servizio di protezione dell’area controllano che non avvengano atti di vandalismo, come già accaduto in passato ma anche attività di bracconaggio. Hanno infatti identificato 860 specie di flora e di fauna da preservare.

Le dorsali sono stati create da un’altra meraviglia naturale, il Wadi Wurayah, ruscello che contiene tanti flussi di acqua, circa 300, che insieme formano 370 Km di acqua dolce perenne.

Dove fare shopping.

E per finire in bellezza tanto shopping di prodotti locali al Friday Market. Posizionato su una strada parecchio trafficata ma utile per aumentare la visibilità delle bancarelle, questo posto offre stand di frutta, tessuti, piante e artigianato locale a prezzi contenuti ed è assolutamente ben accetto contrattare.

Fujairah è una bellezza di natura e paesaggi a volte desertici, da visitare ed ammirare. Una buona alternativa a chi vuole visitare gli Emirati senza però trovare solo grattacieli e costruzioni imponenti. Qui c’è molta storia e più cultura locale da scoprire.


 


Lascia il tuo commento