Privacy Policy

Due passi per Bergamo Alta: cosa vedere.

by

Una splendida città che racchiude misteri, storia ed i sapori di un pezzetto d’Italia.

Durante un interessante tour promosso da Visit Bergamo e Guide Turistiche città di Bergamo ho potuto conoscere ed approfondire al meglio questa città. Sono stata a Bergamo molte volte ma non mi sono mai soffermata ad ammirare le sue bellezze. Ed ora eccomi qui a raccontarle a voi. Cosa vedere a Bergamo Alta in una giornata?

Funicolare.

Se decidete di venire qui non potete non provare questa emozione. Non dura molto, in 3 minuti si sale alla città Alta. La funicolare è composta da due convogli, uno più alto dell’altro. Consiglio di prendere la cabina più bassa (dove c’è il macchinista) perché si riesce a vedere un bel panorama. Troverete qui informazioni e prezzi dei biglietti, acquistabili nei bar o tabaccai vicini alla stazione della funicolare.

 Funicolare per Bergamo Alta - Cocco on the road

Antico lavatoio.

Lo si raggiunge appena fuori dalla stazione della funicolare procedendo in direzione nord, percorrendo Via Gombito. Arriverete all’ufficio del Turismo IAT (sulla sinistra) e da lí girate sulla strada che sale per raggiungere l’Antico Lavatorio di Via Lupo. Questa zona, ristrutturata per intero dopo la decadenza che ha colpito Bergamo Alta, ospita questa enorme vasca di marmo bianco. Il lavatoio è stato voluto dal Comune di Bergamo dopo che nel 1884 un’epidemia di colera colpì l’intera zona a causa della scarsa igiene. Oltre al lavatoio vennero creati dei bagni pubblici dotati di docce, in quanto diverse case erano prive di acqua potabile.

Piazza Vecchia.

Tutte le città hanno una Piazza, e quella di Bergamo è davvero una bellezza. La sua odierna architettura è dovuta grazie all’impronta lasciata dalla Repubblica Veneziana, che le ha dato la forma e la struttura tipica. Il Palazzo della Ragione (fine del 1100) rappresentava e rappresenta la sede comunale. Il Palazzo Nuovo, sito proprio di fronte, (sede comunale fino al 1873) oggi invece ospita una ricchissima biblioteca.
La fontana Contarini, il cui nome è legato al Podestà che nel 1780 decise di donarla alla città, è circondata dalle tante persone che si ritrovano qui per passeggiare o chiacchierare con famiglia ed amici. Ci sono diversi bar e ristoranti, dove è possibile consumare l’ordinazione stando fuori per godere anche della vista della Torre Civica (il Campanone). È possibile salire sul Campanone per ammirare il panorama che si affaccia su Piazza Vecchia e Duomo. (Costo 5€ adulti, 1€ ragazzi 11/18 anni).

Palazzo del Podestà

Collacato sempre in Piazza Vecchia, fu la residenza del Podestà di Bergamo ma anche delle famiglie Suardi e Colleoni. Oggi al suo interno c’è il Museo Storico Veneto dove vengono conservati i cimeli ed i ritrovamenti, anche di epoca romana, rinvenuti durante il periodo di ristrutturazione. (prezzi ed orari qui)

Duomo Cattedrale di San Alessandro.

Questa Cattedrale è dedicata al Santo che morì decapitato, martire della parola di Dio. Protettore dell’uomo, a lui venne dedicato il Duomo, opera artistica che alcuni ritengono poco importante per la sua posizione un po’ nascosta rispetto alla Basilica di Santa Maria Maggiore e la Cappella Colleoni. In effetti è costruita a ridosso del Palazzo della Regione, ma non per questo meno prestigiosa e bella delle altre due chiese attigue. (aperta a tutti, orari qui).

Basilica di Santa Maria Maggiore.

La Basilica, risalente al Medioevo, conserva ancora la struttura di quel periodo, ma nei secoli successivi è stata impreziosita la facciata secondo i canoni sfarzosi dediti della Chiesa. La Basilica, dedicata alla Vergine, fu voluta dai bergamaschi per chiedere la grazia dopo una violenta epidemia che colpì tutta la città. Al suo interno è adornata da dipinti ed arazzi che si estendono dal muro fino al soffitto. Una vera meraviglia che consiglio di visitare. La Basilica è aperta a tutti e gratuita se non si entra con la guida.

Cappella Colleoni.

Questo lo definirei il fiore all’occhiello di Piazza Duomo. Una bomboniera, voluta dal generale Colleoni prima della sua morte. Il suo desiderio era che venisse sepolto lì con tutta la sua famiglia. In effetti al suo interno ci sono le tombe ed i resti suoi e della figlia morta in età adolescenziale. Anche qui consiglio di entrare per ammirare la raffinatezza e la perfezione degli artisti che hanno contribuito ad arricchirla con dipinti e sculture.

Convento di San Francesco.

Di epoca Medievale, l’ex convento di San Francesco è un bellissimo esempio di complesso costruito intorno ai chiostri. Bellissima la vista che si può ammirare nei giardini posteriori. Una volta c’era il Museo Storico di Bergamo mentre ora ospita delle mostre temporanee. Entrata libera tranne per le mostre.

Rocca.

Qui troverete la testimonianza storica di Bergamo. All’interno del forte è stata allestito il Museo Storico di Bergamo, mentre nei giardini, che girano tutti intorno, c’è la testimonianza ed il ricordo ai caduti delle guerre. Per gli appassionati si trovano anche cannoni ed un carro armato della Prima Guerra Mondiale. Ma ciò che lascia senza parole è il panorama che si affaccia su buona parte della città.

Torre del Gombito.

Una torre del XII secolo, voluta per poter avvistare al meglio l’avanzare del nemico. Con i suoi 52 metri di altezza offre un panorama unico di 360° sulla città ed oltre. Per salire bisogna precedentemente prenotare la visita presso lo IAT, massimo 10 persone.

Cittadella ed il Museo Scienze Naturali e Museo Archeologico.

Un luogo che un tempo fu voluto per fortificare e difendersi dai nemici. Questa struttura di epoca Medievale, conserva ad oggi solo la caratteristica storica. Un tempo le mura di questa struttura e, probabilmente di buona parte della città di Bergamo Alta, erano colorate e dipinte. Si presume che qui un tempo ci fosse un’arena, di epoca romana, ma distrutta nei secoli per costruire quello che oggi vediamo. Troverete inoltre il Museo di Scienze Naturali ed il Museo Archeologico.

Teatro sociale.

Il Teatro Sociale dette inizio ai vari spettacoli nel 1809, secondo il volere degli abitanti della Città Alta. Completamente ristrutturato nel 2009 oggi come allora, ospita diversi eventi. È possibile visitarlo durante i momenti in cui ci sono delle prove in corso.

Teatro Sociale Bergamo Alta - Cocco on the road

Dove mangiare a Bergamo Alta.

Per una pizza, salatino o dolcetto al volo consiglio di passare dalla Pasticceria/Forneria Nessi, storico locale di Bergamo che offre tradizione e bontà della cucina tradizionale.
Se invece volete stupire il vostro o la vostra compagna potete prenotare un tavolo sulla terrazza del Caffè della Funicolare. Questo locale si trova dento la stazione della funicolare ed offre un servizio bar e ristorante condito con un panorama molto romantico e suggestivo, da gustare sulla terrazza esterna.

Bergamo Alta romantica.

Dopo una cena romantica perché non concludere in bellezza la serata con una passeggiata per i vicoli della città.
Ringrazio la Guida Turistica della città di Bergamo e Visit Bergamo per la meravigliosa occasione di poter effettuare un tour con una guida esperta e simpatica che ha saputo raccontare nei dettagli le bellezze visibili e nascoste di Bergamo Alta.

17 Responses
  • L'OrsaNelCarro Travel Blog
    novembre 22, 2017

    Mannaggia cosa mi sono persa! Ero stata invitata anche io a partecipare a questa visita ma non sono potuta venire 🙁

    • Marika
      novembre 22, 2017

      Venendo da Brescia io ero assai vicina ed ho visto tante volte Bergamo, ma con la guida ho scoperto molte più cose. Bergamo Alta è una chicca da visitare, come ho scritto anche per una passeggiata romantica. Da vedere perché merita 🙂

  • SognandoViaggi
    novembre 23, 2017

    Purtroppo non ho potuto partecipare al blog tour per via di impegni di lavoro 🙁 Mi è dispiaciuto molto perché dev’essere una città molto bella e interessante, spero di rimediare presto!

    • Marika
      novembre 23, 2017

      Si, molto interessante e con dei panorami bellissimi 😉. Da vedere

  • Gipsy
    novembre 23, 2017

    ma c’eri anche tu???? perchè non ti ho visto???

    • Marika
      novembre 23, 2017

      Io ho solo visto 2 ragazze blogger che conoscevo gli altri mi sono sfuggiti tutti. Ma eri con Elena o Barbara?

      • Gipsy
        novembre 23, 2017

        Barbara!

        • Marika
          novembre 23, 2017

          Ecco appunto ero nel primo gruppo con Elena. Mi sa che tutti quelli che conoscevo erano nel secondo 🙂

          • Gipsy
            novembre 23, 2017

            Nooo!

          • Marika
            novembre 23, 2017

            Vabbè sarà per la prossima volta

          • Gipsy
            novembre 23, 2017

            speriamo!

  • Simone
    novembre 23, 2017

    Bergamo mi manca ma dalla descrizione mi sembra di capire che prima o poi mi ci dovrò fermare. Leggendo poi i commenti ho capito che si è sfiorata una carrambata. Peccato!

    • Marika
      novembre 23, 2017

      Si ti consiglio di vederla. E per la carrambata mi sono persa tante di quelle persone che avrei voluto conoscere… ho sbagliato gruppo 🤣

  • Claudia B. Voce del Verbo Partire
    novembre 23, 2017

    Desidero da tanto vedere Bergamo e, oggi, leggendo il tuo post, devo dire che grazie al tuo post ho fatto una prima incursione davvero ricca e accattivante 🙂
    Bellissimo come immaginavo…
    Claudia B.

    • Marika
      novembre 23, 2017

      Ti auguro di vederla dal vivo, vale tutta. 😉

  • Falupe
    novembre 25, 2017

    Peccato, era un’ottima occasione per conoscerci di persona. Da quanto raccontatomi Bergamo è veramente carina e merita di essere visitata più volte 🤗

    • Marika
      novembre 25, 2017

      Si vero, infatti tornerò per vedere ciò che non sono riuscita 😉

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: