Cavalieri e dame, tutti insieme al Castello di Brescia.

Un po’ di Brescia.

Prima di iniziare a parlare del Castello, mi piacerebbe parlarvi di Brescia. Le cose da vedere sono molte e vi invito a leggere qualcosa di storico attraverso la mia visita al Tempio Capitolino.

Brescia (Brasa, Brèssa o Brèha in dialetto bresciano) è un comune italiano di 196.468 abitanti e si trova nella regione della Lombardia. Fondata oltre 3200 anni fa ai piedi delle Alpi, Brescia fu la capitale dei galli cenomani e in seguito divenne colonia romana con il nome di Brixia. Per circa 400 anni, dalla prima metà del XV secolo fino alla fine del XVIII secolo, ha fatto parte della Repubblica di Venezia. Divenne austriaca dal 1815 al 1866, passando poi al Regno d’Italia.

La città di Brescia è anche soprannominata “Leonessa d’Italia” per i dieci giorni di resistenza agli austriaci durante il Risorgimento Italiano (dal 23 marzo al 1º aprile 1849).

Il Castello sul Colle Cidneo come raggiungerlo.

Nella storia di questa città troviamo una fortezza risalente all’epoca medievale, che sorge sul colle Cidneo e sovrasta il centro storico, stiamo parlando del Castello di Brescia.

Arrivare qui è facile, sia a piedi che in auto, con la strada che costeggia il colle e tra la natura di questo luogo si respira un’aria pulita, non per altro questo è uno dei “polmoni verdi” che la città offre. Ci sono parcheggi che costeggiano la strada altrimenti un parcheggio libero nel piazzale sotto il castello.

La strada in salita non è difficile da percorrere a piedi ed è consigliata se non si vuole perdere anche questa esperienza di camminare sopra i ciottoli che caratterizzano le viuzze antiche. Si può salire da Piazzale Arnaldo, Via San Faustino o dalla strada che parte dietro Piazza della Loggia.

Storia del Castello di Brescia.

Il Castello fu teatro delle celebri X Giornate di Brescia, ed oggi invece racchiude in se le sue stradine che conducono a luoghi segreti, per poi distendersi in un panorama mozzafiato su tutta la città. Prigioni, cunicoli, finestre segrete e tanto mistero che si respira all’interno delle sue mura.

Al suo interno troviamo dei musei aperti al pubblico che racchiudono una parte della storia di questa città.

Museo delle Armi “Luigi Marzoli”

inaugurato nel 1988 su allestimento di Carlo Scarpa ospita una ricca esposizione di armi e armature antiche. Una tradizione bresciana quella della costruzione delle armi, esposte qui a testimonianza delle guerre passate per conoscere la storia dell’Italia. Da armature e cavalieri a cavallo fino ad arrivare a spade e cannoni che un tempo hanno difeso le mura di questa città e non solo.

Dieci sale espositive che ti aiutano a ripercorrere l’arte della nascita di queste armi, curate nel loro aspetto estetico, come gli elmi e le corazze. Per gente come noi, pacifista, prendiamo tutto ciò a conoscenza di una storia antica e arricchiamo il nostro sapere con questi oggetti che testimoniano le vicende di quei periodi.

Il Museo del Risorgimento 

inaugurato nell’ottobre 2005 nella parte superiore del Grande Miglio.Qui c’è una bella esposizione di cimeli, ritratti, stampe che ti fanno rivivere la storia dalle X Giornate, l’Indipendenza fino ad arrivare all’Unità d’Italia.

Fatti e guerre storiche con i personaggi che hanno partecipato da protagonisti a questi eventi come Napoleone III, Cavour, Vittorio Emanuele II e Garibaldi.

Orari e prezzi del Museo delle Armi Luigi Marzoli e del Museo del Risorgimento:

Dal 1 ottobre al 15 giugno
Giovedì e venerdì ore 9.00 – 16.00 (chiusura biglietteria ore 15.30)
Sabato e domenica ore 10.00 – 17.00 (chiusura biglietteria ore 16.30)

Dal 16 giugno al 30 settembre
venerdì, sabato e domenica ore 11.00 – 19.00 (chiusura biglietteria ore 18.30)

Chiuso tutti i lunedì non festivi.
Tariffe in corso di validità a partire dal 16 febbraio 2016

-Intero € 4,00
-Ridotto € 3,00 (fino ai 18 anni; sopra i 65 anni; studenti universitari)
-Ridotto scuole € 3,00
-Famiglia (1 figlio) € 9,00
-Famiglia (2 figli) € 12,00
-Famiglia (dai 3 figli in sù) € 15,00

-Integrato Museo delle Armi Luigi Marzoli + Museo di Santa Giulia + Brixia. Parco archeologico di Brescia romana
(valido due giorni da giovedì a domenica)

-Intero € 20
-Ridotto € 15 (gruppi e convenzioni)
-Ridotto € 12 (dai 14 ai 18 anni e sopra i 65 anni, studenti università e accademie)
-Ridotto € 8 (scuole e dai 6 ai 13 anni)

Nel piazzale del Castello.

Continuiamo il percorso al Castello e ci imbattiamo in una caratteristica locomotiva a vapore, posizionata al centro del piazzale sopra il bastione di San Faustino, simbolo dell’inizio del ‘900, quando questo mezzo percorreva il tragitto da Brescia ad Edolo (provincia di Brescia).

Ci fermiamo nel piazzale e ci perdiamo nel panorama mozzafiato della città sottostante, approfittando anche per ammirare da vicino i cannoni che un tempo erano armi pericolose mentre ora semplicemente un pezzo artistico che attira i bambini.

Una bella passeggiata tra il verde e la storia, assolutamente consigliato a tutti. La zona è servita sia da servizi igienici che da bar e ristoranti.

Ho la certezza che stavolta vi ho convinto. Basta una passeggiata nel week end ed entrare non costa nulla. Che state aspettando?



2 thoughts on “Cavalieri e dame, tutti insieme al Castello di Brescia.

Lascia il tuo commento