Brescia si illumina con il Festival internazionale delle luci.

flag UK

Vi ho raccontato che a Brescia esiste un Castello risalente al medioevo che sovrasta la città e regala un magnifico panorama su di essa. Inutile dirvi che tutti quelli che passano di qui scelgono il Castello come tappa per una visita, perché si conserva bene, la gestione per la ristrutturazione è molto presente e nulla vieta di sognare di essere dame o cavalieri, almeno per un giorno.

castello-di-brescia15

Voglio quindi segnalarvi una bella iniziativa che avverrà proprio qui, all’interno delle sue alte mura. Dall’11 al 15 febbraio si terrà Il Festival Internazionale delle Luci,”CidneON” e sarà il primo festival delle luci in Europa realizzato interamente in un castello. Come obiettivo principale si vuole valorizzare la storia e la cultura che insieme al paesaggio ed ambiente si possono proprio trovare nel Castello.

L’evento è promosso dal Comitato Amici del Cidneo Onlus con la collaborazione artistica dell’associazione Cieli Vibranti e la coordinazione dell’international Light Organisation sotto la super visione di Robbert Ten Caten. Interessante è anche l’entrata aperta a tutti gratuitamente, tutti i giorni dalle 18.30 alle 22.30 (ultima entrata).

Il tema dello spettacolo sarà il fuoco, dedicato ai Santi Faustino e Giovita (patroni della città di Brescia), che insieme hanno protetto, con il loro spirito, le mura del Castello durante diverse battaglie tra cui quella delle Dieci Giornate.

Il percorso si estenderà attraverso:

  • MURA ESTERNE con la rappresentazione dei patroni San Faustino e Giovita durante la loro apparizione sulle stesse mura.
  • PORTALE DI INGRESSO detto anche Il portale del Leone dove il simbolo della Serenissima Repubblica di Venezia raffigurante appunto il leone di San Marco vigila all’ingresso principale del Castello.

castello-entrata

  • PIAZZALE DELLE LOCOMOTIVA qui si rievocano la cultura e tradizioni celtiche che  durante la venerazione del loro dio della natura Bergimus, deposero qui la prima costruzione come simbolo della loro devozione.
  • TORRE DI MEZZO che sta a simboleggiare poeti e scrittori legati a questa città e che hanno dedicato ad essa opere o citazioni letterarie. Catullo, Carducci, D’Annunzio fino ad arrivare al Papa Paolo VI.

torre-di-mezzo

  • PONTE LEVATOIO che riporta ai tempi del medioevo e la TORRE DEI PRIGIONIERI, che venne usata proprio come carcere maschile, verranno entrambi illuminati per l’occasione dalla compagnia olandese Afterlight.

ponte-levatoio

  • CORTILE DEL MASTIO dedicato al periodo rinascimentale e rivoluzionario di Brescia con un omaggio al pittore Girolamo Romani detto il Romanino.
  • SENTIERO VERSO LA TORRE DEI FRANCESI con la rappresentazione del labirinto del tempo che attraverserà tutto il viale alberato, illuminato con delle corde di luci colorate, per raggiungere la Torre dei Francesi.

piantina

  • TORRE DEI FRANCESI dove verrà apposta una fiamma alta nove metri, simbolo del CidneON, come omaggio alla città, alle sue industrie che ogni giorno danno il lavoro.
  • FOSSA DEI MARTIRI o giardino della memoria, dedicato a tutti i bresciani che lottarono per la libertà e per questo furono fucilati dagli austriaci durante le Dieci Giornate nel 1849.
  • TORRE COLTRINA dove verrà riprodotto L’Albero della Vita, che fu un trionfo come simbolo dell’EXPO di Milano nel 2015 e che ricorderà come Brescia sia così propensa alla tecnologia per un futuro migliore.
  • TUNNEL con un omaggio ad uno dei più grandi maestri del pianoforte Arturo Benedetti Michelangeli, con una rappresentazione esclusivamente sonora.

tunnel

  • FOSSA VISCONTEA dove verrà utilizzato il Visual Piano che è uno strumento che consente di creare immagini in movimento utilizzando una tastiera MIDI dove sarà possibile riprodurre disegni dinamici interagendo con musica registrata o dal vivo.
  • CANNONIERA DI SAN MARCO dove si potrà ripercorrere il sentiero incantato con alberi e tutto il paesaggio circostante illuminato magicamente da colori che invocheranno la tranquillità e la pace.
  • BASTIONE DI SAN MARCO un giardino di tanti fiori luminosi realizzati dai bambini bresciani della scuola primaria con la collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione del comune di Brescia.

Cannone.jpg

Immaginate la storia ed il passato che si fondono con la tecnologia e la magia delle luci, tutto condito con l’effetto di musiche indimenticabili per regalare un momento di assoluta bellezza.

Consigli: Recarsi almeno 1 ora prima dell’apertura in quanto l’entrata è solo a piccoli gruppi di persone e la fila per entrare è davvero tanta.

Possibilità di navetta gratuita in entrambe le strade che salgono sul castello (Piazzale Arnaldo e Via San Faustino).

Zona ristoro ai piedi del Castello

 


3 thoughts on “Brescia si illumina con il Festival internazionale delle luci.

      1. Hai proprio ragione, ci sono sempre passata ma non mi sono mai fermata per scoprirla. Grazie per l’articolo è un’ottima idea per una gita 😊

Lascia il tuo commento