Baku, la città del vento…

Se state cercando una meta insolita, dove poter vedere l’occidente che abbraccia l’oriente ed esplorare un luogo magico e da pochi conosciuto Baku (Badu-Kube che significa città ventosa) è ciò che fa per voi. Capitale dell’Azerbaigian situata sulla riva occidentale del Mar Caspio è molto conosciuta da tanti altresì come zona ricca di petrolio.

Fortunatamente Baku non è solo pozzi petroliferi ma uno dei tanti luoghi che conserva secoli di storia risalenti sin dal 3500 a.C..La città è divisa in Città Vecchia (Old City)  dove si trovano vicoli, costruzioni caratteristiche dai colori beige della sabbia e oro del deserto. Camminare attraverso le sue antiche mura, avvolti dal profumo delle spezie e contornati dai vari bazar che propongono oggetti tipici tra cui splendidi tappeti lavorati a mano.

L’impronta lasciata dai tanti popoli conquistatori che nei secoli sono passati qui, la si può notare dallo stile bizantino, europeo, turco, arabo e russo.

 

Nella zona del lungomare spiccano moderni edifici dal design più accattivante e lussuoso che si possa mai immaginare. Alcuni la chiamano anche la nuova Dubai, perché anche qui il lusso e l’eccentricità fanno da padroni a questi edifici. Come le Flame Towers, tre grattacieli di altezze differenti, tra le più alte di Baku, dove sono stati applicati più di 10.000 apparecchi LED che la sera diventano uno spettacolo su tutto lo skyline con giochi di luci colorati visibili da ogni angolo della città.

Baku14.png

Ma vediamo le 5 tappe assolutamente da non perdere:

– Una della tappe importanti per conoscere la storia e la cultura è il Museo Heydar Aliyev Cultural Centre. La sua forma insolita come tante onde che si perdono in un bellissimo giardino sa catturare l’attenzione. Moderno fuori ma che conserva al suo interno gioielli, costumi antichi, tappeti, strumenti musicali, oggetti artistici ed altri cimeli che vanno dal periodo storico dell’Impero Russo fino ai giorni nostri.

– Altra meta da vedere è l’antica torre di Baku, Torre della Vergine, che prima delle Flame Tower era il simbolo della città. Con soli 2€ ed una bella rampa di gradini potrete raggiungere la cima e godere del panorama che lascia agli occhi uno spettacolo indimenticabile. Luogo affascinante, ricco di mistero e leggende racchiuse nei suoi 9 piani di mura antiche.

– Il Palazzo degli Shirvanshah risalente al XV secolo dislocato nella Città Vecchia, fu realizzato durante la dinastia Shirvanshah, prendendo appunto l’impronta architettonica di stile arabo. La sua struttura comprende il Divanhane, la Tomba a volta, una Moschea con minareto, il Mausoleo di Seyid Yahya Bakuvi, la Porta di Murad, una cisterna ed i resti delle terme.

– In Fountain Square invece è piacevole passeggiare, ammirare i negozi ed entrare in uno dei ristoranti o bar tipici del posto, di giorno e di sera, con la bellezza delle sue fontane che al calar del sole si illuminano in un gioco di luci.

– Per un’interessante escursione vi consigliamo di visitare il Gobustan Rock Art. Prima si inizia con il visitare il Museo multimediale in cui raccontano la storia delle incisioni rupestri (petroglifi) di tutto il mondo per poi raggiungere le rocce dove ammirare dal vivo i 6.000 graffiti scalfiti nei secoli. Sono altresì visibili i resti di grotte abitate nei tempi dell’era glaciale.

Il clima è composto da estati molto lunghe ed umide che vanno da maggio a luglio con una temperatura media che si aggira dai 30° ai 40°. Gli inverni sono freddi e spesso accompagnati da venti siberiani noti come “Khazri” che fanno scendere ulteriormente la temperatura.

Speriamo di avervi incuriosito, con i nostri racconti e avventure, come sempre insoliti e pieni di tanti ricordi che in qualche modo vi trasmettiamo per far si che anche voi possiate affrontare al meglio i vostri viaggi.

Buon viaggio a tutti.

 


8 thoughts on “Baku, la città del vento…

    1. Almeno una settimana per prendersi anche un po’ di meritato relax. Alcune agenzie di viaggi hanno dei buoni pacchetti volo+hotel. Un posto nuovo che merita di essere visto.

  1. Ho “conosciuto” Baku grazie all’EXPO e mi ha incuriosito. Grazie al tuo post, non poso che trovare conferme su quella che era stata la mia prima impressione. Mi sembra un perfetto mix tra: storia, modernità, tradizione, architettura.. Questa città è assolutamente sulla mia lista!

Lascia il tuo commento