Alla scoperta del Giappone.

Iniziamo l’anno con una delle mete che avevo segnalato nell’articolo precedente le Top ten dei viaggi del 2017: il Giappone. Il nostro inviato Cocco’s Dad è partito dalla Cina per visitare un’altra parte dell’Oriente che affascina molte persone.

img_0060

Effettivamente il Giappone è un posto molto richiesto ed ambito che attira a se curiosità sia per la sua cultura e tradizioni che per i suoi luoghi che appaiano così lontani e diversi dai nostri, tutti da scoprire.

Quindi vediamo insieme ciò che potete aspettarvi di scoprire se pensate di approdare in Giappone grazie ai consigli del nostro inviato che ha percorso sentieri, attraversato giardini e parchi per ritrovarsi davanti a Templi e monumenti millenari.

NARA – ZOSHICHO

Comincio a parlarvi di questo immenso spazio verde, circa 600.000 mq. Il Parco è famoso per ospitare oltre 1.000 cervi che vivono a stretto contatto con l’uomo, indisturbati e sono specie venerate dagli abitanti di Nara, che nelle loro poesie millenarie hanno dedicato parecchie composizioni a questi simpatici animali diventati così sacri. All’interno troviamo luoghi religiosi come templi ed il Santuario Kasuga.

img_1987

 

CASTELLO di HIMEJI – HOMMACHI

Un’altra cosa che non potete perdervi nel tour del Giappone è la visita al Castello di Himeji che rispecchia lo stile giapponese. Svetta alto e guarda la città in tutta la sua maestosità. Si entra nei giardini acquistando un biglietto ed è possibile visitare l’interno del castello, dove salita dopo salita si potrà ammirare un panorama eccezionale. Sconsigliato per persone con ridotta mobilità e per bambini troppo piccoli, le scale sono molte e molto ripide.

img_9205

KYOTO

Kyoto è il capoluogo dell’omonima prefettura, nota come la città dei mille templi inserita nei siti protetti dell’UNESCO oltre ad essere sede di università e centro culturale di livello mondiale.

img_0273
Stazione di Kyoto

Qui potete visitare il Santuario Heian uno dei più importanti luoghi religiosi shintoista, immerso in splendidi giardini (Shin’en 33.000 mq), con uno stile piuttosto contemporaneo dai colori vivaci e risalente intorno al 1895, anno in cui si decise di riprodurre il palazzo imperiale Heian Daidairi che andò alle fiamme nel 1227. La riproduzione ovviamente avvenne in scala ridotta ed in modo semplice e meno sfarzoso.

Una bellissima e folta vegetazione la troverete ad Arashiyama Bamboo Grove, sito molto fotografato e le immagini fanno il giro del mondo grazie allo spettacolo della foresta di bambù, legno usato dai giapponesi per fabbricare diversi oggetti e costruzioni. Attraverso il percorso, praticabile sia a piedi che noleggiando una bicicletta, subirete il fascino della quiete e tranquillità di una vera foresta dell’Oriente.

img_0486

HIGASHIYAMA-KU

Uno degli undici quartieri della città di Kyoto, nota per essere cresciuta dal XIV secolo, con costruzione di santuari, templi e palazzi nobili, tutti immersi in giardini e parchi dai mille colori regalati dai numerosi alberi di ciliegio in fiore. (primavera)

img_5202

Nella parte meridionale di Higashiyama si può visitare il tempio di Kiyomiuz-dera uno dei più belli da scoprire a Kyoto. Al suo interno diversi tempi buddisti. Fondato nel 798 prende il nome da una cascata (acqua pura). Decorazioni e colori sono ciò che colpiscono a primo impatto. Una maestosa veranda al suo interno ed un panorama spettacolare sulla città di Kyoto. Diversi i riti che si praticano qui, tra cui bere l’acqua che scende da una cascata sottostante, sembra purifichi spirito e corpo. Se invece si cerca amore e salute basta camminare sopra due pietre ad occhi chiusi raggiungendo il santuario Jishu. Anche se non si crede a tutto ciò è lo stesso uno spettacolo ammirare chi invece si impegna e venera dei, oggetti sacri e qualunque cosa ci sia dentro questi luoghi sacri.

img_9562

Un altro giardino che molti visitano, sia per i colori dei fiori di ciliegio in primavera che delle svariate tonalità delle piante in altre stagioni è il Maruyama Park. Al suo interno meravigliosi giardini giapponesi, stagni e passerelle, il luogo ideale per scattare meravigliose foto.

On the road non mancano gli scatti rubati a paesaggi infiniti legati a questo luogo fatto di tradizioni millenarie che si uniscono alla modernità ed efficienza. Pulizia e gentilezza sono ciò che caratterizza questo popolo, che si inchina per ringraziare e regala un sorriso al nostro inviato che senza mezzi termini definisci il Giappone come un posto eccezionale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


5 thoughts on “Alla scoperta del Giappone.

    1. Brava hai detto giusto: la spiritualità! Ma non solo… ti auguro di andarci presto, come lo auguro a me. Per ora lo ha visitato mio marito (il mio inviato speciale), ma anche io con le mie bambine non vediamo l’ora…😉

Commenta